San Donà di Piave: la riforma sulle performance

Con il comune di San Donà di Piave (comune italiano di 42.150 abitanti della città metropolitana di Venezia, in Veneto), abbiamo avviato un'importante azione trasformativa interna.

 In generale, la missione istituzionale di ogni Comune è la creazione di Valore Pubblico a favore di persone e portatori d’interesse. Di conseguenza, si comprende la centralità del VP nelle Politiche di Sviluppo Sostenibile, nonché la stretta relazione con le Performance. 

Oggi, è sempre più cruciale per l’Ente pubblico Individuare nuovi Sistemi di PMV (Programmazione, Misurazione e Valutazione) della Performance, intesi come insieme di soggetti, processi e strumenti tramite cui le PA programmano, gestiscono, misurano, valutano, valorizzano e comunicano le diverse dimensioni di performance (Istituzionali, Organizzative, Individuali).

Tale processo rigenerativo permette la misurazione, prima, e il costante monitoraggio, poi, dello “stato di salute” dell’Amministrazione. 

Per il Comune di San Donà di Piave, impegnato nella difficile transizione dall’applicazione burocratica al lavorare per progetti e «smart working», è risultata imprescindibile l’applicazione di un nuovo paradigma per la valutazione delle performance, capace di dare risposte in termini di:

  1. Mantenimento delle promesse di mandato;
  2. Maggiore quantità e migliore qualità dei servizi erogati, tramite comportamenti amministrativi economici ed efficienti;
  3. Miglioramento del livello di benessere sociale, economico, ambientale del territorio amministrato.

Dunque, la misurazione del Valore Pubblico generato costituisce il  nuovo paradigma per la  misurazione e valutazione delle performance. 

Questa azione trasformativa interna avrà un impatto positivo anche sugli ambiti strategici del programma di mandato di San Donà di Piave, tra cui, per esempio, far crescere la città affinché sia più inclusiva, più sensibile all’ambiente e alla cultura. 

 

#buonamministrazione